Essere “digitali” vuol dire molto più che avere impianti all’avanguardia

Essere digitali non vuol dire solo avere impianti all’avanguardia. È molto di più. Quando un’azienda investe in una nuova linea “I4.0-ready” senza aver prima pensato di introdurre le cosiddette tecnologie abilitanti, è molto probabile che la nuova linea lavori come quelle esistenti. E se in azienda ci sono già le tecnologie abilitanti ma non sono sostenute da un nuovo modo di fare e di pensare, è probabile che le tecnologie abilitanti facciano buona compagnia alla nuova linea.

Prima di introdurre tecnologie e impianti innovativi è opportuno rivedere il modello di business, adattare di conseguenza i processi e soprattutto lavorare sulle persone. Quante aziende nel proprio budget inseriscono oltre alla voce “investimenti in impianti e tecnologie” anche la voce “formazione”? E qual è l’ammontare di tale voce? La risposta in generale è: «il minimo indispensabile», o meglio ancora «quello previsto dal conto formazione». I veri elementi abilitanti legati alle persone e su cui le aziende avrebbero già dovuto investire sono il Problem Solving, il Pensiero Critico, la Creatività, la Gestione delle Persone, lo Sviluppo delle Risorse attraverso la Leadership e il Coaching, la Comunicazione, la Collaborazione, l’Intelligenza Emotiva, la Flessibilità Cognitiva, la Negoziazione.

Investite non solo su impianti e tecnologie ma soprattutto sulla revisione del vostro Business Model, sull’integrazione ed il miglioramento dei processi e soprattutto sul modo di fare e di pensare perché, per fortuna, sono sempre le persone a fare la differenza. Investite sui nuovi stili di gestione delle imprese moderne. Iniziate da qui.